BIOGRAFIA

Giovanni Anceschi (1939), Icograda Excellence Award 1999 alla carriera.

Artista, designer della comunicazione, studioso e manager della Cultura della Multimodalità. Come insegnante allo IUAV di Venezia, alla Facoltà di Arte e Design, insegna “Basic Design: morfologia e interazione” e “Teoria del design della comunicazione”; coordina il programma del PhD in Product e Communication Design / Design Sciences; dirige il programma del Corso di Laurea in Visual e Multimedia Design; dirige il gruppo di ricerca sul design “Graphic and Multimodal Systems (GaMS)”. Nel 1993 Anceschi ha fondato, insieme a Tomás Maldonado e altri, la Facoltà di Design al Politecnico di Milano. Come artista ha fondato il movimento internazionale di Arte Cinetica e Programmata (con Jaacov Agam, Bruno Munari, François Morellet, Gruppo T, Gruppo N, Bridget Riley, e altri) 1959-1965; Mostre recenti: Die Algorithmische Revolution – Zur Geschichte der interaktiven Kunst, ZKM|Museum für Neue Kunst, Karlsruhe 2004; Gli ambienti del gruppo T: le origini dell’arte interattiva, Galleria nazionale d’Arte Moderna, Roma, 2005. Come designer della comunicazione ha ricevuto il Premio Compasso d’Oro e la Selezione Onoraria al 18° Compasso d’Oro, ADI, Milan, 1998. Come studioso ha pubblicato: Monogrammi e figure, Firenze, la Casa Usher, 1981; L’oggetto della raffigurazione, Milano, EtasLibri, 1992; “Visibility in progress”, in Design Issues, MIT Press, vol. 12, n. 3 (autunno), 1996. Sulla teoria del design ipermediale e multimediale ha pubblicato il primo libro fondamentale in Italia sul design delle interfacce e dell’interazione: Il progetto delle interfacce Oggetti colloquiali e protesi virtuali, Milano, Domus Academy Edizioni, 1993. Nel 2006 ha pubblicato (insieme a Massimo Botta e Maria Amata Garito) L’ambiente dell’apprendimento. Web design e processi cognitivi, Milano, McGraw-Hill, 2006. Come manager della cultura della visibilità e della multimodalità ha curato Charter of graphic design, Proposal of a Debate on Visual Communication Design, 1989; nel 2006 ha curato la mostra e il seminario Basic design/la tradizione del nuovo, IUAV, Venezia.

Traduci »
  • No products in the cart.