BIOGRAFIA

Damien Hirst nasce nel 1965 a Bristol (Regno Unito) e cresce a Leeds con la madre dove comincia il suo cammino artistico frequentando l’obitorio cittadino, esperienza che influirà molto sul suo modo di percepire vita e morte. Nel 1984, l’artista decide di trasferirsi a Londra in cui, già un anno prima della laurea al Goldsmiths College nel 1989, cura la mostra collettiva “Freeze” all’Hospital Club. La mostra, nella quale Hirst espone diversi pezzi ed opere di artisti conosciuti al College, cattura l’attenzione della stampa a tal punto da venire interpretata come l’inizio di un nuovo movimento per gli artisti britannici che, più tardi, nel 1996, prenderà il nome di YBAs. È proprio da quel momento che l’eclettico artista riuscirà a conquistare pubblico, stampa, istituzioni e collezionisti. Grazie a uno di quest’ultimi, il collezionista anglo-iracheno Charles Saatchi, la carriera di Damien Hirst prenderà il volo a livello internazionale dando vita ad una proficua collaborazione tra i due che terminerà nel 2003. Nel 1991, Hirst tiene a Londra due personali di grande successo: “Internal affairs” tenutasi all’Istitute of Contemporary Art e “In & Out of love” (Woodstock street). Nel 1992, il poliedrico artista viene inserito nella short list del Turner Prize, premio di arte contemporanea annuale riservato ad artisti britannici al di sotto dei 50 anni di età e tre anni dopo si aggiudica l’ambito premio grazie alla sua opera “Mother and child divided”. Nel 1994, grazie alla vendita dell’opera “The Physical Impossibility Of Death In the Mind Of Someone Living”, Hirst diviene l’artista vivente più caro secondo solo al collega statunitense Jasper Johns. Dotato di aspirazioni imprenditoriali oltre che artistiche, Hirst apre nel 1997 a Notting Hill un ristorante, “Pharmacy”, del quale metterà all’asta l’arredo sette anni dopo.

Vai alle Opere presenti in catalogo di questo Artista

Traduci »
  • No products in the cart.